articolo 18 e riforma del mercato del lavoro

VENERDI’ 20 APRILE 2012 a partire dalle ore 19 al giardino Chelazzi (via dell’Agnolo, quartiere Santa Croce – Firenze) si terrà una iniziativa su difesa dell’Articolo 18 e sulla riforma del mercato del lavoro, organizzata da Progetto Conciatori.
Interverranno compagni dell’USI-AIT, dei Cobas e della Brigata di Solidarietà Attiva.

– ore 19 apericena e musica
– ore 21 assemblea/dibattito

IN CASO DI PIOGGIA L’INIZIATIVA SI TERRA’ UGUALMENTE PRESSO:
Centro interculturale autogestito Kulanka
via Luca Giordano 4 a Firenze
sotto il cavalcavia delle Cure,
linea 1 dell’Ataf fermata scuole Pascoli.

Posted in General | Leave a comment

dalla parte dei richiedenti asilo…

LA SERATA E’ RIMANDATA PER PIOGGIA! presto la prossima data

Vengono da territori di guerra, dal Corno d’Africa. Sono giovani e giovanissimi che scappano dalla Somalia, dall’Etiopia, dall’Eritrea.
Per vedere realizzato il minimo sogno di una vita dignitosa attraversano veri e propri viaggi della morte, passando per i deserti del Sudan, della Libia, dove sopraffazioni e torture nei confronti dei richiedenti asilo sono esercitate quotidianamente…
E, infine, attraversano il meditarraneo dove le possibilità di sopravvivenza sono ridotte al lumicino…

Quindi, dopo questa vera e propria “via crucis” per raggiungere l’Europa, i richiedenti asilo sono costretti, dagli accordi di Dublino, a rimanere in Italia, dove le politiche di accoglienza sono praticamente inesistenti.

Per queste ragioni un centinaio di donne e uomini hanno occupato uno stabile in Via Slataper, per rivendicare il diritto a vivere dignitosamente, per praticare percorsi di autogestione della propria esistenza, non vogliono altro…ma anche il minimo vitale non gli viene concesso !

VENERDI’ 13 aprile
al Giardino Chelazzi (Via dell’Agnolo)
dalle 19 in poi
momenti di incontro con la reltà di Via Slataper, cena-video-interventi e musica a sostegno dei tanti percorsi di autogestione.

IL PROGETTO CONCIATORI

con il sostegno dell’assemblea di Via Slataper e del Movimento di lotta per la casa

Posted in General | Leave a comment

Festa dei bambini

venerdì 30 marzo
Giardini Chelazzi
Via dell’Agnolo
FESTA DEI BAMBINI
giochi e animazione
a seguire film per tutti: “Il castello errante di Howl” di Miyazaki

bambini portate i grandi, sennò sono sempre da soli!

ogni giovedì alle 19,30 al giardino Chelazzi: assemblea di Progetto Conciatori

Posted in General | Leave a comment

24 marzo, FESTA DI PRIMAVERA

Progetto Conciatori ricomincia da qui:

sabato 24 marzo

FESTA DI PRIMAVERA AL GIARDINO CHELAZZI

in Via dell’Agnolo

un sabato nel quartiere di Santa Croce tra festa, musica ed informazione

16- MERENDA E MUSICA POPOLARE (se vuoi contribuisci portando qualcosa da bere o da mangiare)

ore 18- DIBATTITO APERTO: beni comuni, bisogni comuni e grandi opere inutili e dannose (con la partecipazione del comitato “No tunnel TAV” di Firenze)

Posted in General | Leave a comment

Amianto in Santa Croce

Amianto in Santa Croce from occupyfirenze

5 febbraio 2012, via tripoli: 200 mq d’amianto deteriorato sono stati rilevati nell’ex caserma Curtatone e Montanara abbandonata da almeno 10 anni.
Intorno alla caserma in questione si trovano scuole materne, elementari e medie (Pestalozzi, Vittorio Veneto), lo spizio e mensa di Montedomini, biblioteca comunale e nazionale. E i residenti del quartiere.

L’AMIANTO è una fibra molto leggera che viene trasportata dal vento per migliaia di chilometri. E’ sufficiente inalare una singola fibra per contrarre le seguenti malattie: asbestosi, carcinoma polmonare, mesotelioma. Queste malattie si possono manifestare anche a una distanza di 10-40 anni dall’esposizione.

Nel cortile della caserma c’è un cantiere aperto. Si presume quindi che l’amministrazione pubblica sia a conoscenza della presenza di amianto.
Chi risponde per questo?

Posted in General | Leave a comment

Denuncia l’abbandono del patrimonio pubblico!!!


Progetto Conciatori, già sgomberato con la forza il 19 Gennaio dall’immobile comunale di via dei Conciatori prosegue nell’opera di denuncia sull’utilizzo del patrimonio pubblico.
Questa mattina 5 Febbraio un consistente numero di attivisti di Progetto Conciatori, Circolo Anarchico, Occupy Firenze, Brigate di Solidarietà Attiva e altre realtà hanno pubblicamente mostrato lo stato di abbandono del patrimonio pubblico in via di Tripoli. Una ex-caserma inutilizzata da molti anni, lasciata al degrado con la pericolosa presenza di amianto e in pessime condizioni igieniche.

Coerentemente con gli obbiettivi portati avanti in via dei conciatori per un uso sociale del patrimonio pubblico, confermiamo la nostra ferma opposizione alle operazioni speculative, favorita dall’attuale giunta Renzi che in via dei conciatori ha svenduto un edificio di1646 m2 a una società immobiliare (al prezzo di 1150 €/m2).

Su tutta la questione delle caserme dismesse, sulle quali si stanno accentrando fortemente interessi speculativi, RIVENDICHIAMO CONCRETI PROGETTI DI RECUPERO DEGLI SPAZI PUBBLICI PER DARE RISPOSTA A BISOGNI SOCIALI COME DIRITTO ALLA CASA, SERVIZI, CULTURA, LUOGHI D’AGGREGAZIONE.
PROGETTO CONCIATORI NON SI FERMA QUI!!!
PROSEGUE L’AZIONE DI DENUNCIA…(!!!)

Posted in General | Leave a comment

Prossima Assemblea

La prossima assemblea del Progetto MERCOLEDI’ 1 FEBBRAIO 18:30!

Posted in General | Leave a comment

Via dei Conciatori – 19 gennaio 2012 – Il corteo spontaneo

Via dei Conciatori – 19 gennaio 2012 – Il corteo spontaneo from occupyfirenze

Posted in General | Leave a comment

Via dei Conciatori – Cronaca di uno sgombero annunciato

Via dei Conciatori – Cronaca di uno sgombero annunciato from occupyfirenze

Via dei Conciatori – Cronaca di uno sgombero annunciato from occupyfirenze

Posted in General | 1 Comment

comunicato stampa


Progetto Conciatori: dopo il violento sgombero da parte di Renzi e Fantoni, la lotta continua !

Dopo 31 anni e ben sei ore di resistenza, giovedi 19 gennaio 2012, via Conciatori è stata sgomberata con la forza da un massiccio schieramento di polizia, che ha occupato militarmente tutta la zona, agli ordini e su comando del sindaco Renzi, il sindaco che la destra ci invidia, consegnando l’immobile alla speculazione.
Progetto Conciatori, nonostante l’amarezza per aver perso uno spazio pieno di storie e di attività sociali, politiche e culturali, ovviamente non si ferma e..la lotta continua!
Le calunnie e le falsità diffuse dalla Giunta (Fantoni), dal PD e dal PDL sulla nostra esperienza non ci meravigliano, ma ci impongono una risposta per ristabilire la verità
1) 31 anni di uso sociale di via Conciatori non è stato “abusivismo”. Lo spazio occupato l’8 dicembre 80 da Democrazia Proletaria, perchè inutilizzato, è stato poi riconosciuto e regolarizzato su richiesta di DP, con una “concessione” dell’88 e successivamente con il pagamento di una indennità di occupazione da parte del PRC e della Casa dei Diritti Sociali (numero 4 rosso);
2) il Comune di Firenze ha ignorato (e per questo definito “abusiva”) la realtà del Circolo Anarchico che ha autorecuperato e reso fruibile per attività politica e culturale uno spazio di circa 50 mq, salvandolo dall’abbandono e dal degrado (numero 2 rosso);
3) tutte le realtà che hanno svolto attività in via Conciatori hanno utilizzato gli spazi della CddS, del PRC e del Circolo Anarchico;
4) gli spazi di via Conciatori 2, già in dotazione all’Associazione Artemisia, rimasti vuoti nel giugno 2010 per il trasferimento imposto dalla decisione del Comune di mettere all’asta il palazzo, sono stati utilizzati dal “Progetto Conciatori” a partire da gennaio 2011 per le attività culturali ed aggregative della “Casa dei Popoli”, in coerenza con la proposta fatta al Comune di realizzare, tramite un Piano di Autorecupero di una parte dell’immobile, spazi di aggregazione rivolti agli abitanti del quartiere e sedi per associazioni e movimenti;
5) il motivo vero dello sfratto e dello sgombero non è quindi la morosità della Casa dei Diritti Sociali (che peraltro ha sempre dato la disponibilità a rateizzare il debito), ma la scelta di vendere ai privati;
5) 1.912.000 euro per 1.646 mq, ovvero circa 1150 euro/mq (occorrono almeno 5.000 euro/mq per una casa in Santa Croce!) sono il risultato della seconda asta svolta il 13.12.2010 e aggiudicata alla Società Immobiliare Toscotre srl . Per rendere accettabile questa operazione sicuramente speculativa, l’ass.Fantoni e il PD dicono che le suddette risorse sono destinate a investimenti sociali (2 asili nido), ma sappiamo anche che il bilancio prevede ben 1.800.000 euro per rifare il pavimento di Via Tornabuoni, “il salotto buono” della città. Visti i tagli agli EELL, con questa logica, si dovrebe vendere tutto!
6) l’uso pubblico e sociale da noi proposto per via Conciatori (edilizia residenziale pubblica, attingendo ai fondi regionali, e piano di autorecupero per spazi di aggregazione) avrebbe avuto un valore di almeno cinque volte superiore al ricavato della vendita, con costi contenuti per il Comune,  avrebbe evitato una nuova speculazione (ovvero prezzi di mercato inaccessibili ai settori popolari) e mantenuto la proprietà pubblica dell’immobile (a proposito di primato dell’interesse pubblico che ogni amministrazione comunale dovrebbe perseguire);
7) con l’Assessore Falchetti sono stati fatti due incontri, il 14 dic 2010 (dopo l’asta) e nel febbraio 2011, mentre il successore Ass.Fantoni ha scelto di non incontrarci mai per discutere le nostre proposte alternative alla vendita. Da aprile 2011 fino al 16.01.12, abbiamo fatto almeno 10 richieste di incontro (per telefono, con delegazioni e per e-mail) rimaste tutte senza risposta da parte di Fantoni, che è così venuto meno agli stessi “doveri” di pubblico amministratore. Questa è davvero una “illegalità” ed una dimostrazione di arroganza, insieme alla scelta di “svendere” un bene comune;
8) non è vero che il Comune è obbligato alla vendita dopo l’asta: era ed è ancora possibile cambiare questa decisione, ovvero scegliere di non fare il contratto e restituire la cauzione di 88.000 euro all’immobiliare. Ovviamente è una questione di volontà politica!
9) la nostra lotta per l’uso pubblico del patrimonio comunale e la protesta contro lo sgombero vengono definite “vergognose” dal PD. In effetti questo partito sostiene ormai da tempo politiche di svendita e privatizzazione dei beni comuni (vedi ATAF, acqua), operazioni speculative e grandi opere inutili e dannose come la TAV, come pure il PdL, che, coerente con la propria vocazione d’ordine, “plaude all’azione delle forze di polizia” per ristabilire la “legalità”!
Ringraziamo infine tutte le compagne ed i compagni, le realtà che hanno partecipato, solidarizzato e resistito allo sgombero di via conciatori, invitiamo a proseguire l’iniziativa e prendiamo atto di quanti, forze politiche e istituzioni, hanno scelto in questa vicenda di tacere, defilarsi o voltarsi da un’altra parte!

Progetto Conciatori

Posted in General | 4 Comments